UN SALTO DI QUALITÀ PER VOI FIDANZATI?

Il WeekEnd fidanzati ha avuto origine a Detroit, negli Stati Uniti. Correva l’anno 1968: marito e moglie che avevano sperimentato un WeekEnd per sposi pensarono di condividere con alcune coppie di fidanzati il dono che avevano ricevuto.

L’esperiena prese piede e si diffuse anche oltre Oceano. Finché, nel 1977, approdò in Europa.  Gli sposi di Incontro Matrimoniale, con il WeekEnd fidanzati, decisero di offrire alle giovani coppie intenzionate a sposarsi gli strumenti per una comunicazione più profonda, base indispensabile per costruire un robusto progetto di vita a due.

In Italia il primo WeekEnd per fidanzati si è tenuto nel 1986. Oggi viene proposto in tutte le regioni italiane in cui è presente Incontro Matrimoniale.

Regalatevi un WeekEnd per progettare il vostro “SI’ per sempre”.

Questione di fortuna o frutto di scelte e di impegno tra un uomo e una donna? Perché non provare?

Potreste pensare di essere già una buona coppia. Ma chiedetevi: perché non essere migliori e progettare in grande?

Fidatevi degli amici che hanno già vissuto il WeekEnd: è davvero un regalo imperdibile per tutti!

Possono partecipare tutte le coppie di fidanzati, di qualsiasi età e cultura, che desiderano prepararsi a vivere responsabilmente e con amore la loro relazione di futuri sposi, con una decisione impegnativa e importante, ora anche controcorrente, come il matrimonio.
L’esperienza del WeekEnd nasce in ambito cattolico, ma è aperta anche ai non credenti i quali possono partecipare sulla base dei propri ideali e convinzioni.

Il WeekEnd Fidanzati è un’opportunità offerta da Incontro Matrimoniale a coloro che si stanno preparando a vivere insieme la loro vita con responsabilità e amore.

Il fine settimana per fidanzati è animato da due coppie di sposi e un sacerdote che vi parleranno con franchezza di alcuni aspetti della loro vita, per aiutarvi a riflettere sulla vostra relazione. In poche e intense ore, e solo in coppia, avrete modo di confrontarvi su aspetti quali:

  • Conoscere se stessi e lasciarsi conoscere da chi ti ama
  • Amare: non è solo questione di sentimenti ma di scelte da riprendere ogni giorno
  • Costruire l’unità di coppia con la capacità del perdono reciproco
  • La nostra relazione e Dio
  • Il “Matrimonio Sacramento” come segno dell’amore di Dio per il mondo

Il WeekEnd fidanzati è pensato per far sì che ogni singola coppia possa godere di un tempo privilegiato per sè. Dopo ogni presentazione, ogni coppia condivide privatamente i propri pensieri e sentimenti. Sono previsti anche alcuni incontri in piccoli gruppi, in cui la coppia decide liberamente che cosa condividere.

Il costo del WeekEnd è teso a coprire le spese di vitto e alloggio sostenute dai partecipanti durante il periodo di permanenza presso la struttura. Il costo complessivo per i partecipanti e’ di 220 Euro a coppia.
Tuttavia non vi sarà chiesto di versare una quota fissa, ma di donare un contributo (che potrà anche essere maggiore del costo) per permettere di partecipare anche a coppie che dovessero avere difficoltà finanziarie. Per questo, alla fine del WeekEnd, sarà consegnata una busta bianca per il vostro contributo, che resterà anonima.

Compilate il modulo di preiscrizione che è disponibile tramite il Calendario WeekEnd attraverso cui potete selezionare l’evento che vi interessa.  Sarete contattati da una coppia in grado di fornirvi i chiarimenti necessari ed eventualmente completare la vostra iscrizione.

L’esperienza del WeekEnd è completa in sé e si partecipa una volta sola. A chi lo desidera, viene offerta la possibilità di incontrarsi anche in seguito in piccoli gruppi con altre coppie.

PRENOTATEVI SUBITO AL PROSSIMO WEEKEND FIDANZATI

Se sei interessato a maggiori informazioni sul week-end per fidanzati non esitare a scriverci

  • Abbiamo scoperto l’importanza di entrare in contatto con i nostri bisogni emotivi, e a controllare l’impulsività nei litigi.

    Elisa e Demetrio

  • Dal WeekEnd Fidanzati abbiamo imparato ad ascoltare di più e a comunicare anche le cose che ci sembravano poco importanti.

    Elena e Stefano